6 modi per proteggersi: come stare alla larga dal Coronavirus

Ai tempi del Coronavirus le nostre abitudini devono cambiare; sia per il nostro benessere, che per quello dell’intera comunità.

Alcune regole da seguire sono solamente di buon senso; altre sono più specifiche e riguardanti il virus stesso e il suo modo di moltiplicarsi inondando la popolazione di malattia e, a volte, di morte.

Le regole per proteggersi dal Coronavirus

  • Lavarsi spesso le mani

Fatelo con acqua e sapone oppure con una soluzione disinfettante se le mani non presentano sporco visibile. Il sapone ha già alcuni componenti molto utili a rompere la superficie lipidica del Coronavirus, quindi basta ricordarsi di andare spesso in bagno e lavare le mani con acqua tiepido-calda per almeno 20 secondi

  • Utilizzare i fazzoletti di carta

Per soffiarsi il naso, per tossire o per starnutire, usare i fazzoletti usa e getta, non quelli ricamati della nonna! Una volta usato, il pezzo di carta si butterà nella spazzatura indifferenziata, ben chiusa. Meglio lavarsi bene le mani dopo averlo fatto (vedi punto 1). Se in quel momento non abbiamo un fazzoletto a portata, dobbiamo necessariamente starnutire o tossire nel nostro gomito

  • Mantenere sempre il metro di distanza

Numerosi studi hanno dimostrato che rimanendo ad almeno 1 metro di distanza dalle altre persone, il virus avrà più difficoltà ad attaccarsi a noi e quindi a moltiplicarsi. Soprattutto, ricordiamoci che se abbiamo un po’ di febbre o se chi ci sta vicino sta tossendo, la distanza dovrebbe essere ulteriormente aumentata

  • Non toccarsi con le mani parti del viso

Se siamo usciti di casa o abbiamo toccato la spesa, una busta nella cassetta della posta, la maniglia del portone condominiale, non dobbiamo assolutamente portare le mani alla bocca, al naso o sugli occhi! Prima assolutamente lavarsi bene le mani (vedi punto 1)

  • Utilizzare guanti e mascherina ove richiesto

Se siamo malati, se curiamo una persona malata oppure se ci rechiamo in una clinica o in un ospedale, dobbiamo assolutamente indossare i guanti e la mascherina del tipo consigliato, poiché rischieremmo di spargere il virus anche tra persone sane

  • Chiamare gli aiuti quando necessario

Se non ci sentiamo bene, dobbiamo necessariamente stare a casa. Ma se abbiamo difficoltà respiratorie, febbre, tosse, dobbiamo chiamare il numero dedicato al Coronavirus e avvertire chi di dovere per essere soccorsi nel modo migliore. NON dobbiamo per alcun motivo andare noi al pronto soccorso! Dobbiamo chiamare il medico di famiglia, oppure il 112 o il numero dedicato all’emergenza nazionale 1500.

Il Coronavirus si può combattere con pazienza, attenzione e, soprattutto restando a casa!

Lascia un commento